Allenarsi in palestra: i consigli di Teca Fitness

Allenarsi in palestra è, indubbiamente, il modo più veloce per rimettersi in forma. Tuttavia, considerate le innumerevoli tipologie di attività che puoi trovare nei centri fitness, una domanda nasce spontanea: è sufficiente muoversi di più per ottenere risultati degni di nota?

Correre su un tapis roulant, pedalare su una spin bike o fare un corso di aerobica hanno lo stesso impatto estetico?

La risposta è no. Per essere efficace, l’allenamento in palestra deve seguire alcune regole precise e, se l’obiettivo è ottenere un corpo più tonico, più snello, con linee muscolari definite, la parola d’ordine è il training contro resistenze.

Solo l’allenamento con i pesi, infatti, è in grado di stimolare al meglio tutti i gruppi muscolari, aumentandone la tonicità e rendendo il fisico esteticamente piacevole.

Il classico training aerobico, dall’altro canto, ha dei benefici indiscussi, ma i miglioramenti riguardano soprattutto i marker della salute. Pertanto, se l’obiettivo è scolpire il fisico e renderlo sodo, tonico e roccioso, la soluzione migliore è l’allenamento con i sovraccarichi.

Allenarsi in palestra: segui i nostri consigli

Ma cos’è meglio scegliere, gli attrezzi isotonici oppure manubri e bilancieri? Scopriamolo insieme. Con i consigli che TECA Fitness ha preparato per te.

Attrezzi isotonici vs pesi liberi, un dibattito senza fine

L’allenamento con i sovraccarichi ha un notevole impatto sull’estetica e su questo non ci sono dubbi. La difficoltà sorge nel capire se è meglio usare gli attrezzi da palestra oppure manubri e bilancieri.

La diatriba su cosa sia più efficace va avanti da sempre, ma i macchinari isotonici incassano diversi punti a favore. Ecco perché.

Sicurezza

Rispetto ai pesi liberi, gli attrezzi da palestra consentono un lavoro più mirato sui muscoli bersaglio e riducono al minimo il rischio d’infortunio. Non tutte le persone hanno una libertà articolare ottimale.

Al contrario, a causa della sedentarietà che caratterizza la nostra società, squilibri muscolari, dolori articolari e postura scorretta sono all’ordine del giorno.

Proporre a questa categoria di persone un allenamento con pesi e manubri non può che sortire effetti negativi.

Ti faccio un esempio concreto.

Lo squat è, indubbiamente, un esercizio fondamentale per tonificare e scolpire gli arti inferiori poiché coinvolge un gran numero di muscoli e ha anche un notevole consumo energetico.

Tuttavia, a causa di caratteristiche individuali come le leve e la mobilità articolare, non tutte le persone possono eseguirle in modo corretto.

Allenarsi in palestra con esercizi complessi, come può essere uno squat con il bilanciere, può solo peggiorare gli squilibri già in atto e causare dolori articolari a livello di bassa schiena e ginocchia.

Eseguire l’accosciata con una macchina isotonica, al contrario, consente di tonificare i muscoli della coscia senza sovraccaricare altri distretti né stressare inutilmente le articolazioni e i tendini.

L’esercizio, prima ancora di essere efficace, deve essere sicuro e gli attrezzi palestra consentono di allenarsi nel pieno rispetto della propria individualità, senza paura di farsi male.

Efficacia

Se c’è sicurezza, l’allenamento diventa anche più efficiente. Ecco perché.

Quando l’attrezzo asseconda la fisiologia del movimento e rispetta l’individualità dell’utente, i muscoli target sono stimolati in maniera più efficace mentre lo stress articolare è ridotto notevolmente.

In questo modo la qualità dell’allenamento aumenta, si ottimizzano gli effetti dell’esercizio e i risultati arrivano in meno tempo.

Non solo.

Le macchine isotoniche sono ideali per allenarsi in tensione continua, un altro fattore fondamentale per scolpire e tonificare il fisico. Gli attrezzi palestra, infatti, mantengono i muscoli sotto tensione per tutta la durata dell’esercizio, senza punti morti, consentendo una stimolazione profonda delle fibre e, pertanto, allenamenti più qualitativi.

Facilità d’uso

Rispetto a manubri e bilanciere, allenarsi con gli attrezzi da palestra significa controllare con più facilità il movimento e gestire meglio il carico di lavoro.

I macchinari consentono di variare rapidamente i carichi senza allontanarsi dalla postazione di lavoro e ciò significa minor tempo da dedicare all’allenamento, nonché più risultati.

Nell’equazione di un allenamento di qualità, il sovraccarico progressivo è un elemento fondamentale e con gli attrezzi palestra gestire pesi maggiori, in tutta sicurezza, diventa molto più facile.

Quali attrezzi per allenarsi in palestra?

In una palestra ben attrezzata, avrai a disposizione macchinari isotonici per allenare tutto il corpo.

Il mercato, infatti, offre una scelta pressoché infinita di attrezzature palestra, ma solo quelle di alta qualità ridisegnano il corpo con un esercizio sicuro, facile ed efficace.

Come scegliere, dunque, i macchinari per avere la garanzia di un allenamento efficace?

Per rispondere meglio alla domanda, è importante capire la distinzione tra le varie tipologie di attrezzature.

Alcune, infatti, si prestano esclusivamente per lavori di isolamento muscolare (per esempio Arm curl, destinata all’allenamento dei bicipiti).

Altre, come per esempio le multistazioni, sono più complete e si prestano per lavorare su più distretti muscolari (pensa alle Cable column e alla vasta scelta di esercizi da svolgere con i cavi).

Esiste anche una terza categoria di macchinari che danno un sapore diverso quando si tratta di allenamento in palestra. Sono macchinari versatili che, grazie a piccoli accorgimenti, come impugnatura o posizione dei piedi, consentono di variare l’angolo di lavoro e offrire più stimolo muscolare con esercizi diversi.

Ti sto parlando di attrezzi di qualità superiore, come per esempio quelli della linea Prestige di TECA Fitness, che spiccano per versatilità d’uso e alta biomeccanica.

Lascia che ti racconti di più. 

Un attrezzo avanzato, come Advanced Hack Squat TECA, è dotato di un particolare sistema di leve (il pantografo ad assetto variabile) che rende più sicuro il movimento, e di una pedana basculante, abbinata a due piccole pedane posteriori che, insieme, consentono di eseguire non uno solo, ma diversi esercizi per gli arti inferiori.

Nata principalmente per svolgere il movimento dell’accosciata, e allenare, quindi, i muscoli delle cosce, Advanced Hack Squat TECA è ideale per tanti altri esercizi (affondi, squat monolaterale, reverse squat, good morning, calf) che stimolano anche il lato B, gli ischiocrurali o i polpacci.

Costruire un fisico roccioso è facile, a patto di scegliere gli attrezzi giusti, pertanto tra le qualità che distinguono un buon attrezzo non può mancare la versatilità.

Allenamento palestra, scegli gli attrezzi in base agli obiettivi

La scelta deve partire sempre dal distretto corporeo che necessità più miglioramenti, senza tralasciare tuttavia le altri parti del corpo. La parola d’ordine deve essere sempre armonia.

Sviluppare in modo eccessivo solo alcune parti del corpo a scapito delle altre non sortirà gli effetti desiderati, ma al contrario, l’aspetto finale sarà sproporzionato.

Detto questo, se ci sono gruppi muscolari carenti è importante adeguare il volume di allenamento, mettendo più enfasi sui punti carenti e distribuendo in modo equo gli esercizi per gli altri gruppi muscolari.

I macchinari isotonici per il tuo allenamento palestra si dividono in base ai distretti corporei allenati. Alcuni stimolano grosse masse muscolari con esercizi multi articolari, altri invece si prestano per lavori di isolamento su specifici gruppi muscolari.

Esercizi palestra parte superiore: gli attrezzi più adatti

Tra gli esercizi palestra più amati dal pubblico maschile, non possono mancare quelli per il dorso o il petto.

Lat pulldown è un attrezzo versatile che simula le trazioni alla sbarra e coinvolge numerosi muscoli del tronco, in particolare il gran dorsale. Variando l’impugnatura e la posizione del busto è possibile svolgere un’infinità di esercizi per ottenere la tipica V-shape

Chest press, invece, allena in modo specifico il grande pettorale e in maniera generale anche i tricipiti e i deltoidi. Un macchinario rivoluzionario come Advanced Chest Press di Teca, dotato di particolari snodi e impugnature, spicca per versatilità d’uso, sicurezza, efficacia e ridotto stress articolare.

Mentre i macchinari sopra citati sono ideali per lavori multiarticolari, i seguenti si prestano per lavori di isolamento.

Pulley, Rowing, Peck Deck, Dorsipecto, Pullover, Shoulder Press, Triceps, Rear Delt, Arm Curl, Deltoid completano l’allenamento della parte superiore del corpo e consentono di mettere più enfasi sul singolo distretto muscolare, qualora ci siano dei punti carenti con maggiore esigenze.

Esercizi palestra parte inferiore: gli attrezzi più adatti

Tra gli attrezzi palestra più adatti per potenziare gli arti inferiori non possono mancare, di certo, macchinari come Hack Squat e Leg Press TECA.

Dotati di grandi invenzioni (pantografo ad assetto variabile, pedana regolabile, ROM Limiter) sono entrambi adatti per esercizi multiarticolari, con particolare focus su cosce e glutei.

Attrezzi come Leg extension, Leg curl (nella variante sdraiato, seduto o in piedi), Sitting Calf, Abductor, Adductor, Standing Gluteus completano in maniera armonica l’allenamento degli arti inferiori con esercizi di isolamento.

Qualunque sia il tuo obiettivo, l’allenamento in palestra con i macchinari giusti ti consente di arrivare in meno tempo e in completa sicurezza al proprio potenziale. A patto di usare sempre attrezzi palestra di ottima qualità come la linea Prestige di TECA.

Seguendo i nostri consigli su come allenarsi in palestra e quali attrezzi utilizzare sarà più facile restare in forma.

Allenarsi in palestra con Teca Fitness

Scopri come allenarti al meglio con gli attrezzi di Teca Fitness; contattaci per avere più informazioni sui nostri attrezzi da palestra via mail all’indirizzo info@tecafitness.com o chiamaci al numero 085.903301. Ti aspettiamo in Via Vestina 346, 65015 Montesilvano (PE).